Tantissime aziende stanno approcciando il digital solo ora e per alcune è un vero e proprio bagno di sangue ma andiamo per ordine. Uno degli elementi fondamentali per una presenza online più o meno massiccia e senza dubbio la reputazione, ovvero chi dice di voi e come lo dice e quando lo dice.

Se non ci hai mai pensato, sarebbe opportuno che ti rendessi subito conto di come sia facile che un tweet scritto male, un post di Facebook o una risposta aggressiva (anche non voluta) a una recensione negativa possa distruggere completamente la reputazione della tua azienda piccola o grande che sia, in poco più di una frazione di secondo.

Sei pronto per effettuare un cambiamento e lavorare per controllare cosa si dice della tua azienda?
Se si, allora continua a leggere, ti elencherò 5  punti fondamentali per iniziare una buona operazione di brand reputation.

In questo articolo ti parlerò dei più importanti consigli relativi alla gestione online della reputazione aziendale che non puoi assolutamente permetterti d’ignorare. Costruisci delle ottime fondamenta per la tua brand reputation e vedrai che più avanti sarà sempre più facile gestirla al meglio.

Il mio consiglio è di cominciare il tuo percorso evolutivo possibilmente non da solo; un buon Social Media Manager, un Content Manager, Web Designer o un consulente del digitale potranno essere per te preziosi come l’oro.

 

Brand-Reputation-Consigli-Mario-Montanari

Cerca, valuta e prendi coscienza di chi parla di te.

Cosa metteresti in cima alla tua lista di consigli per la gestione della reputazione aziendale? La ricerca della tua stessa azienda. Comincia cercando recensioni, pagine Facebook autocreate da chi, a tua insaputa, si è taggato nella tua sede ed ha scritto una recensione. Uguale con Google My Business, siti di riferimento e social vari. Intercetta ogni voce che riguarda la tua azienda. Senza avere in pugno la situazione della tua presenza online Potresti non rendertene conto, ma i tuoi competitor – o anche soltanto un profano del web – possono già averti superato di gran lunga. Anche questo é uno dei modi per mettere a rischio la tua brand reputation.

Aumenta le recensioni online ed i feedback

Uno dei principali strumenti per l’incremento della tua reputation? Tante e tante recensioni online, possibilmente positive. Dopo tutto, piu del 90% dei consumatori afferma di leggere le recensioni di prodotto o dell’azienda prima di decidere di prenotare un servizio assistenza o acquistare qualcosa o prendere contatto per un servizio. Cosi, lavorando in modo tale da essere certi che l’utenza stia parlando della tua azienda online, é una delle tecniche chiave per la gestione della reputazione online.

Ma come rispondere sia alle recensioni negative che positive (sappiamo che quest’ultime possono rappresentare una sfida) é anche importante avere una lunga sfilza di recensioni dei vecchi clienti.

Prima di tutto, mai rispondere lasciandosi trasportare dalle proprie emozioni. Specialmente se un utente possa aver scritto qualcosa che ti abbia infastidito, ti consiglio di andare a farti un giro e ritornare al computer rispondendo solo quando ti sarai calmato del tutto.

Non azzardarti a fare nessuna accusa o addirittura incolpare il cliente. Pensa invece a come avresti potuto aiutarlo mentre stavate lavorando insieme, o domandati se ti avrebbero voluto dare una seconda opportunità per la tua azienda, naturalmente.

Non limitarti ad ignorare i commenti e sperare che eventualmente sarà cancellato. Piuttosto, rispondi in modo professionale, e, se necessario, mantieniti in contatto con loro tramite un messaggio privato. Cura, ama, gestisci e fatti sentire sempre dai tuoi clienti/interlocutori.

Considera una gestione professionale della reputazione online

Nella maggior parte dei casi non é possibile pensare di affrontare la gestione della reputazione aziendale interamente da soli. Potrebbe sembrare pressoché impossibile gestire tutti i task quotidiani della tua azienda, anche se monitori costantemente le tue menzioni o leggi le tue recensioni. Inoltre, specialmente nel mondo di oggi, é incredibilmente facile incorrere in spiacevoli gaffe facendo un’affermazione che non avresti mai pensato poter essere fuori luogo o addirittura offensiva.

Reclutare un professionista che possa tracciare quello che le persone dicono online del tuo brand mentre al tempo stesso controlla i tuoi tweets e comunicati stampa é davvero impagabile.   Può anche rispondere ai commenti sui profili dei social network e persino sul tuo blog aziendale (parleremo di questo argomento fra poco). Questo ti aiuterà a costruire un seguito piu fedele e interattivo.

Apri un blog aziendale

Se veramente volessi controllare cosa si racconta della tua azienda? Assicurati che il target del tuo settore stia ricevendo i giusti messaggi che intendi trasmettere aprendo un blog per la tua azienda. Puoi raccontare di tematiche sociali che reputi importanti per te, far conoscere i tuoi nuovi prodotti e magari spiegare anche le motivazioni che ti hanno spinto a fondare la tua azienda. Inoltre, questo ti aiuterebbe a promuovere la trasparenza aziendale perché consolida realmente il rapporto della tua azienda con i clienti.

Gestire un blog é anche un modo innovativo per ottenere piu contatti e migliorare la tua posizione nelle pagine dei motori di ricerca. Per imparare altri metodi finalizzati ad acquisire piu contatti, leggi questo articolo sulle strategie di guadagno sul web.

Considera le social media policy a livello aziendale

Una delle piu’ importanti tecniche di gestione della reputazione online? Accertati che i membri del tuo team si trovino sulla stessa pagina quando vengono a conoscenza di come doversi comportare online. Ricorda che anche se un tweet non proviene da un account aziendale, una scelta inaccurata delle parole da parte di un dipendente che ricopre una posizione importante/datore di lavoro sui social media potrebbe avere conseguenze serie per la tua azienda. Parla di cosa é e cosa non é accettabile sui profili personali e controlla regolarmente i profili social dei tuoi collaboratori per verificare che stiano seguendo attentamente le regole.

Proponi una guida alla condivisione privata di foto da utilizzare al lavoro affinché i componenti del tuo staff possano attendere la validazione e caricare foto che catturino l’attenzione di chiunque voglia vederle – senza in questo modo mettere a rischio la tua brand reputation durante l’esecuzione di questa procedura.

Sei diventato padrone della gestione della tua reputazione aziendale: ma che cosa farai dopo?

Ci auguriamo che questa guida ti abbia aiutato a comprendere meglio come dominare la gestione della tua reputazione aziendale. Naturalmente, dichiarando le tue intenzioni e accertandoti che i tuoi collaboratori abbiano chiaro come comportarsi sui social media, é solo l’inizio. Dovresti inoltre tenere in considerazione fattori come la SEO, la velocità del sito, i migliori strumenti di analisi e molto altro ancora. E per questo ci sono io 😉

Mario Montanari

Web Designer / Digital Strategist at RBHQ / WP Seo
Da più di vent’anni mi occupo di trasformare le mie linee guida strategiche e quelle dei migliori Digital Strategist in siti web efficaci e performanti, in cui i punti cardine sono la comunicazione di posizionamento e la percezione di autorevolezza. Studio la migliore esperienza utente di ogni progetto web e seguo successivamente il cliente nella gestione dello stesso.
Mario Montanari